Cosa vuol dire “facilitazione grafica”?

La Facilitazione Grafica è l’utilizzo di immagini per facilitare la comprensione e la memorizzazione. La Facilitazione Grafica può essere applicata in tempo reale (scribing o visualizzazione) nel corso di conferenze, workshop, meeting per tracciare una mappa visiva delle conversazioni e mantenere il momentum; oppure può essere usata per tradurre concetti e teorie in attraenti composizioni grafiche o illustrate (per esempio, ottimizzando presentazioni in power point, oppure creando grafiche che spieghino processi e dinamiche). Numerosi studi hanno dimostrato che il cervello umano memorizza molto più facilmente le immagini rispetto alle parole: la Facilitazione Grafica risponde in pieno a questa esigenza.

 

Lavorate solo in Europa?

Lavoriamo dov’è il cliente e dove sono necessarie le nostre competenze. Nel nostro team di lavoro parliamo inglese, tedesco, spagnolo, francese e al nostro network appartengono anche professionisti in Cina, Australia, Canada, Stati Uniti.

 

Cosa vuole dire per voi  “design”?

Il design è per noi la capacità di progettare valutando implicazioni e conseguenze. La vita di ogni giorno è design in ogni suo dettaglio. Nel lavoro vuol dire saper organizzare e gestire i pensieri in maniera razionale e tradurli in un risultato coerente. Il design è l’organizzazione del tempo e delle dinamiche, in modo che si possano creare presupposti per risultati fuori dal normale.

 

Qual è il vostro cliente tipo?

Non esiste un cliente tipo perchè ogni ambito per noi è potenzialmente interessante. Volendolo definire, il cliente tipo è un cliente disposto a lavorare insieme e che non cerca un fornitore bensì un partner con cui stabilire un rapporto di fiducia e di crescita reciproca.

 

Cosa intendete con Group Genius?

Il Group Genius è la risposta già presente all’interno di un gruppo di lavoro grazie alle competenze e alla varietà dei partecipanti. Attraverso il design delle interazioni e il lavoro collaborativo aiutiamo a rendere visibile questa risposta e a valorizzare quindi il contributo comune come somma di quelli individuali.

 

Da dove viene il nome Housatonic?

Housatonic è il nome del fiume che attraversa Stockbridge, una località del Massachussetts da cui prendeva nome il precedente studio.

Il nome Housatonic deriva dalla frase degli Indiani Mahican “usi-a-di-en-uk” che significa “oltre le montagne” e l’abbiamo scelto per il suo forte valore simbolico: un fiume è forte, fluisce, non è mai fermo, e questo in particolare va simbolicamente “oltre”, attraversando la cittadina che ha dato il nome all’inizio di tutto.

 

Perchè “we make it easy”?

Perchè in ogni ambito cerchiamo di facilitare il lavoro nostro e quello dei nostri clienti, creando un ambiente aperto, onesto e creativo con dinamiche di collaborazione e confronto, dove ogni difficoltà può essere affrontata e superata grazie al contributo del gruppo.

 

“Abbiamo conosciuto il lavoro di Alfredo e Housatonic grazie al classico ‘passaparola’. Ci è piaciuto subito il suo modo di comunicare, creativo e immediato. Abbiamo pensato che sarebbe stato un modo innovativo e diverso per esprimere, non solo a parole, gli obiettivi futuri di Best Western Italia. E così è stato. Con il supporto del lavoro di Alfredo all’assemblea annuale dei Soci albergatori abbiamo ‘tracciato’ il percorso per i prossimi anni.”

(Best Western Italia)